Skip to content

La Città Vecchia di Slunj

La Città Vecchia di Slunj è stata costruita come un edificio poligonale, esagonale, per essere residenza dei principi di Krk,  all’interno del quale c’era il palazzo. Risale al 1322 circa, quando il re ungherese e croato Carlo Roberto donò la parrocchia di Drežnik con la città di Slunj a Federico III Frankopan. C’è anche un documento del 1390 che dice che Ivan, duca di Krk, diede Slunj in affitto al duca Paolo di Zrinski per un importo di 4000 ducati. Nel 1449, Slunj apparteneva al duca Dujam di Frankopan, l’antenato della famosa stirpe Frankopan Slunjski. La stirpe cessò di esistere nel 1572 con la morte di Franjo Frankopan Slunjski, eroe delle guerre con i conquistatori ottomani e il famoso bando croato, mentre la Città di Slunj passò nelle mani del re. La Città Vecchia di Slunj è stata collegata con l’insediamento Slunj, sulla riva sinistra della Slunjčica, all’interno del quale c’era anche il convento francescano. Attualmente si stanno preparando i piani per il restauro del patrimonio storico-culturale architettonico e di altri materiali con l’obiettivo di mettere le aree restaurate parzialmente in funzione della protezione della natura e della cooperazione intersettoriale sui programmi per il restauro e l’uso della Città Vecchia di Slunj e del vicino magazzino del grano di Napoleone. Oggi le mura della Città Vecchia di Slunj sono di proprietà della Città di Slunj.

La città vecchia di Slunj è attualmente in rovina anche se una parte delle mura è stata restaurata. All’interno delle mura non ci sono strutture particolari, ma funge da attrazione turistica tramite il racconto di storie ed eventi storici. La città di Slunj sta attualmente ottenendo la documentazione e preparando progetti per la ricostruzione di questo sito e lo sfruttamento del suo pieno potenziale turistico.



CroatianEnglishItalian